DIARIO DE PIGAFETTA PDF

This Page is automatically generated based on what Facebook users are interested in, and not affiliated with or endorsed by anyone associated with the topic. Si Pigafetta ipinalagda niya an saiyang diario kan , sangkap kan mga mapa kan saindang nadumanan pero totoo sa tataramon na Italyano asin man. Read eBook Magellans Voyage By Antonio Pigafetta,s t A Narrative Account of la vuelta al mundo Menos mal que all estuvo Pigafetta para escribir un diario y.

Author: Nagul Kilar
Country: Tanzania
Language: English (Spanish)
Genre: Video
Published (Last): 1 May 2009
Pages: 50
PDF File Size: 4.36 Mb
ePub File Size: 18.52 Mb
ISBN: 983-4-80059-707-2
Downloads: 99359
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Jugul

Dal principio de questo fiume, dove stavano le navi, fino a la casa del re erano due leghe. Poi al levante, quarta di greco, passassemo tra due abitazioni, dette Cavit e Subanin e una isola abitata, detta Monoripa, lungi X leghe da li monticelli. In questa isola se trova poca vettovaglia, ma arbori grandissimi. In li due giorni [che] stessemo ivi, [ne] scaricarono molte. E essendo quasi sommerso, me venne ne la mano sinistra la scotta de la vela maggiore, che era ascosa ne l’acqua: Questo fu uno manifestissimo miracolo nelli tempi nostri.

Non hanno gambe, se non piedi tacadi al corpo, simili a le nostre mani, con unghie piccole e fra li diti hanno quella pelle [che hanno] le oche. A questi chiamano xiritoles. Partendo de qui arrivassemo fino a 49 gradi a l’Antartico. Udendo questo, montassemo sette de nui altri sopra lo prao e portassemo uno presente al re, el quale era una vesta de velluto verde a la turchesca, una cattedra de velluto morello, cinque braccia de panno rosso, uno bonet, e uno bicchier dorato, uno vaso de vetro coperto, tre quinterni de carta e uno calamaro dorato; a la regina tre braccia de panno giallo, uno paro de scarpe argentate, uno gucchiarolo d’argento pieno de guggie; al governatore tre braccia de panno rosso, uno bonnet e uno bicchier dorato; al re d’arme, che era venuto nelli prao, li dessemo una veste de panno rosso e verde a la turchesca, uno bonnet e uno quinterno de carta: Tarenate, Tadore, Mutir e Machian sono quattro monti alti e pontini, ove nascono li garofoli.

Lo padre la sotterra per lo figliolo. I cocchi sono frutti de la palma. Lo capitano generale fece fare uno ballo con le spade, de che li re ebbeno gran piacere; poi fece portare una croce con li chiodi e la corona, a la qual subito fecero reverenzia. Era edificato sovra legni grossi, alti de terra, che ‘l se conviene andare con scale.

Map of the World by Juan Vespucci and Pigafetta’s Journal (Collection)

E dissene come doveva venire lo re de Bachian per maritare uno suo fratello con una de le sue figliuole: Ognuno che tiene de questi animali conviene pagare uno tanto al re. La isola de Tadore sta de latitudine al polo Artico in ventisei minuti; e de longitudine de la linea de repartizione in cento e sessantuno grado, e lungi de la prima isola dell’Arcipelago, detta Zanial, nove gradi e mezzo, a la quarta del mezzo giorno e tramontana verso greco e garbin. Ella, vedendo e ricordandose del suo figliuolo, come cagna arrabbiata, li corse addosso e lo mordette in una spalla.

A quest’isola, circa de venticinque leghe tra ponente e maestrale, trovassemo una isola grande, dove si trova riso, zenzero, porci, capre, galline, fichi longhi mezzo braccio e grossi come lo braccio — sono buoni e alcuni altri, longhi un palmo e altri manco, molto migliori de tutti li altri — cocchi, batate, canne dolci, radici come rapi al mangiare, e riso cotto sotto lo fuoco in canne o in legno.

Commettessimo a li nostri del battello, quando andarono in terra, [che] domandassero che giorno era: Vedi le condizioni d’uso per i dettagli.

Sabato, per avere promesso lo re al capitano de farsi Cristiano ne la Domenica, se fece ne la piazza, diaario era sacrata, uno tribunale adornato de tapezzeria e rami de palme per battizzarlo: Questi popoli sono Gentili e vanno nudi come li altri. Era de quaranta anni e grasso. In questo loco nasce lo reobarbaro e se trova in questo modo: Lui sedeva sotto una ombrella de seta, che andava intorno: La regina, fatta la reverenza a l’altare, sedette sopra uno cuscino lavorato di seta.

Relazione del primo viaggio intorno al mondo – Wikisource

Description This manuscript volume, dating from arounddetails Ferdinand Magellan’s voyage around the world in Quivi, innanzi che morisse lo capitano, avessimo nova de Maluco. Risposeno che lo simile promettevano.

Ne sedessimo sopra la poppa de questo, sempre parlando con segni. Ining pahina huring pinagbago kan 8 Marsoalas Quando li suoi vassalli li portano oro o altre cose preziose per tributo, le buttano per queste sale dicendo: However, an account of the voyage, written by Pigafetta between andsurvives in four manuscript versions: Il pevere rotondo nasce come questo, ma in spighe, come lo frumentone della India, e si disgrana; e lo chiamano lada.

Fece tutti questi giurare obbedienza al suo re, e li basarono la mano; poi fece che ‘l re [giurasse] d’essere sempre obbediente e fedele al re de Spagna: Tanto a tempo sonavano, che pareva avessero gran ragion del canto. Il re e la reina con assaissime persone venerono al lido.

Quando sono montate sul panno, fanno reverenza al sole, poi se vestono con li panni. Questi popoli de Pulaoan vanno nudi come li altri.

Bassi-Bassa, terra ferma; e poi Sumdit Pradit, due isole ricchissime de oro, li uomini de le quali portano una gran schiona de oro ne la gamba sovra il piede. Seguendo poi lo nostro cammino, pigliassemo uno prao pieno de cocchi, che andava a Burne.

Questo re aveva ventisei figliuoli, otto maschi, lo resto femmine. Diceva queste parole con tanta passione, che ne fece tutti piangere. Quando pioveva non era vento; quando faceva sole era bonaccia. Visite Leggi Modifica Cronologia. Quella de li corni sempre parla tacitamente al sole, e quella altra risponde.

Fece portare uno piatto de carne de porco con uno vaso grande pieno de vino. Lo re cristiano ne avrebbe aiutato, ma lo capitano, innanzi [che] desmontassimo in terra, gli commise [che] non si dovesse partire dal suo balangai e stesse a vedere in che modo combattevamo. In questo cammino passassemo poco lungi da due isole ricchissime, una in venti gradi di latitudine al polo Artico, che se chiama Cipangu; l’altra in quindici gradi, chiamata Sumdit Pradit.

Hanno barche d’uno solo albero, ma schize chiamate canoe, s cavate con menare di pietra. Questi popoli non la chiamano Giava, ma Giaoa.